Progetto Scientifico 2018 “quelli che…con LUCA onlus”

Trattamento della Leucemia Mieloide Acuta Refrattaria o Recidiva dopo trapianto di midollo tramite l’uso di linfociti T killer modificati per esprimere il recettore chimerico CAR-CD33.

Introduzione e razionale dello studio

Nonostante gli attuali regimi chemioterapici assicurino una remissione completa nel 65-75% dei casi di Leucemia Mieloide Acuta (LMA) in pazienti di età inferiore ai 60 anni, la sopravvivenza globale ai cinque anni è inferiore al 30%, con una prognosi peggiore per i pazienti più anziani, raggiungendo meno del 10% , a causa di un alto tasso di recidiva.

L’immunoterapia tramite l’utilizzo di linfociti T geneticamente modificati per esprimere i recettori chimerici (CARs) rappresenta una nuova ed innovativa frontiera terapeutica, come recentemente dimostrato nel trattamento della Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA).
Nel contesto della LMA, la terapia con linfociti T modificati con i CAR (CAR-T) è ad oggi ancora una sfida, e solo pochi studi pre-clinici in Cina ed America hanno raggiunto le prime fasi sperimentali in clinica.

Negli ultimi anni il gruppo di Ricercatori del lab. Tettamanti ha sviluppato, tramite studi in vitro e in vivo, due CAR diretti contro due diversi bersagli di leucemia mieloide, CD33 e CD123, per modificare geneticamente le cellule CIK, o cellule killer indotte da citochine, un particolare tipo di linfociti T facilmente espandibili in vitro.

L’obiettivo finale del presente studio è lo sviluppo di un protocollo di fase I/II per valutare la fattibilità e la tossicità di cellule CIK modificate con il CAR-CD33 per il trattamento di pazienti con LMA refrattaria o per il trattamento di pazienti con recidiva di malattia, quindi in ricaduta dopo il trapianto di midollo.
In particolare, le cellule CIK verranno modificate attraverso un sistema di manipolazione genica non virale (trasposone Sleeping Beauty o SB), recentemente ottimizzato dal nostro gruppo, e successivamente testate in vitro e in vivo.

Piano di sviluppo e budget necessario per le attività pre-cliniche in vitro e in vivo: anno 2018-2019

  1. Generazione e caratterizzazione in vitrodi cellule CIK-CAR-CD33: ottimizzazione del profilo di espressione del CAR-CD33 tramite sistema trasposone pt4 e trasposasi SB100.- Test funzionali in vitro delle cellule CIK-CAR-CD33 tramite sistema SB: analisi immunofenotipica, attività anti leucemica (citotossicità, rilascio di citochine e proliferazione cellulare in seguito a stimolazione con cellule di LMA).
  2. Caratterizzazione in vivodei profili di efficacia delle cellule CIK-CAR-CD33.- Utilizzo del modello murino di chemioresistenza ottimizzato nell’anno 2016-2017 per testare l’attività delle cellule CIK-CAR-CD33 contro cellule primarie di pazienti di LMA resistenti al trattamento chemioterapico o recidivali e linee cellulari di LMA- Messa a punto di un modello murino per testare la potenziale tossicità delle cellule CIK-CAR-CD33 verso le cellule ematopoietiche mieloidi normali (progenitori e cellule differenziate)

 

Il commento di Andrea..

Stanotte ho sognato tanto.

È stata una di quelle notti in cui sembra che dormi, invece ti scorre tutta la vita negli occhi e nella mente e ti alzi con gli occhi rossi.
Immagini, luoghi, persone, pensieri che si intrecciano tra loro. Il vissuto vero, con i suoi lati positivi e negativi, i sogni che alimentano gli spazi.

TUTTO VERO!!
Ricopio il titolo usato da un giornale sportivo una decina di anni fa.

TUTTO VERO!
Ieri sera il nostro Prof. Biondi, ci ha dato una splendida notizia ed aggiornamento.
Per la prima volta in Italia, nello specifico a Monza, nelle prossime settimane la Terapia Molecolare e le sue cellule modificate antileucemiche, raggiungeranno il primo paziente.
Poter dare una nuova opportunità a pazienti che non ne avrebbero più, è la grande vittoria di tutti noi.
“quelli che…con LUCA onlus” è nata, suda, lavora quotidianamente per questo obiettivo per questa notizia.
Questi anni abbiamo messo un’anima “imprenditoriale e di programmazione” per arrivare qui oggi.
Tutto ha avuto una sua logica, senza la quale, non ci sarebbe ora questa nuova speranza in Italia.
È l’inizio di questo nuovo cammino, grazie al concreto sostegno di chi ha creduto, crede e continuerà a credere in noi e nello splendido lavoro dei nostri Ricercatori.
Ecco perchè essere “sul campo” in questo 2018 è essenziale.

Qui sotto leggerete il PROGETTO 2018 che ci vede impegnati a soddisfare.
Dobbiamo arrivare al paziente, al più presto, anche sulla leucemia mieloide.
Ecco perchè il nostro impegno di questi anni e di questo anno è fondamentale, dobbiamo garantire lo sviluppo delle “Celly”, potenziarle e renderle sempre più sicure.
L’investimento richiestoci dalla Fondazione Tettamanti è grosso, 151.000,00 euro entro la fine di questo 2018.
Ce la dobbiamo fare, ripeto dobbiamo.
Lo dobbiamo a LUCA, ed ai bimbi che oggi non hanno un domani certo.
I primi 50.000,00 li abbiamo donati ieri, risultato degli ultimi mesi di raccolte dagli eventi del 2017.
Abbiamo ricevuto ben 4.000,00 dai Pesi Massimi di Como a cui va il nostro più grande grazie.
Ci restano da finanziare 97.000,00 entro il 17 settembre del 2018.
Appuntamento alla NOTTE GIALLA 2018, 26 e 27 Maggio, per la consegna della seconda parte di donazione.
Fare ancor più squadra questo anno, come avrete capito, sarà il nostro impegno e dovere morale.

Da noi e dal nostro impegno passano le vite di tanti bimbi, non dovrei aggiungere altro.
A voi metterci il cuore e sostenerci perchè si possa riuscire a garantire questo importante PROGETTO 2018!”

ANDREA CICCIONI

Lascia un commento